Il progetto

Casateatro è un progetto di educazione del pubblico che giunge quest’anno alla sesta edizione.

Per informazioni

info@murmuris.it
329 9160071

La leggenda del pallavolista volante – Casateatro
1036
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1036,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 
Teatro del Popolo - Castelfiorentino

La leggenda del pallavolista volante

Mercoledì 21 febbraio - h 21.00

La leggenda del pallavolista volante
Teatri d’imbarco

Con Andrea Zorzi E Beatrice Visibelli
Regia di Nicola Zavagli
Coreografie Giulia Staccioli
Luci Orso Casprini
Costumi Cristian Garbo
Produzione Teatri d’imbarco

Lo sport incontra il teatro e si fa metafora della vita: Andrea Zorzi detto “Zorro” – il pallavolista due volte campione del mondo e tre volte campione europeo con l’indimenticabile Nazionale di Julio Velasco – sale per la prima volta sul palcoscenico ci racconta la sua grande avventura. Attorno a lui, la verve esplosiva dell’attrice Beatrice Visibelli disegna un paesaggio narrativo carico di ironica allegria, dando vita ai personaggi che hanno accompagnato la vita e la carriera di questo mito dello sport. Un pallone sgualcito diventa il volante che il padre impugnava durante i molti km percorsi nella sua vita d’autista. Le panche dello spogliatoio, dove ci si confrontava e si finiva spesso per litigare, si tramutano nel letto dove un adolescente febbricitante cresceva troppo e sognava di trovare una ragazza. Lo spazio del palco si trasforma in un campo da pallavolo, per rivivere le azioni mozzafiato scolpite nella memoria di tutti, le vittorie leggendarie e le sconfitte ancora brucianti. Ed ecco dipanarsi un affresco teatrale dove la vicenda personale s’intreccia alla storia e al costume, dove la luminosa carriera di uno sportivo viaggia attraverso la cronaca e la storia di un Paese: dalla campagna veneta degli anni settanta ai nostri giorni, dai racconti di un’adolescenza complessata, alla formazione di uno sportivo e poi di un campione.

No Comments

Post A Comment