Young & Beautiful / Part Two – Casateatro
2836
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-2836,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 
Teatro Cantiere Florida - Firenze

Young & Beautiful / Part Two

11 Gennaio 2019, 21.00

Paola Corsi
Valentina Sechi

Young & Beautiful / Part Two

Gli Ospiti. Diario clinico della signorina F.

coreografia, regia e testi Paola Corsi
interpreti Paola Corsi, Valentina Sechi
assistente alla regia Claudia Nuzzaci
disegno luci Gabriele Termine

Retablo – Il mio vestito è appeso là!
creato e interpretato da Valentina Sechi
con la collaborazione di Paola Corsi e Spartaco Cortesi
musiche musica popolare messicana, Mare Advertencia Lirika, Ricardo Villalobos
costumi Chiara Lanzillotta
disegno luci Gabriele Termine
scenotecnica Eva Sgrò
documentazione storico/scientifica Riccardo Dalle Luche
produzione Versiliadanza

Versiliadanza presenta il lavoro di Paola Corsi e Valentina Sechi in un’unica serata dedicata ai molteplici aspetti, sia reali che immaginari, che la vita ci presenta in una oscurità e luce dove tutto ci appartiene e ci forgia. Entrambe le giovani artiste, che collaborano insieme da alcuni anni, attraversano il linguaggio della danza e del teatro con un sapiente utilizzo della voce per trasportarci in un universo dove l’azione teatrale è preponderante rispetto alla pura coreografia.

Gli ospiti di Paola Corsi è un lavoro che riflette, attraverso danza, movimento e parola, sulla difficoltà di accettazione degli aspetti più critici della propria personalità e sulla difficoltà ad armonizzarli in un tutto. Raccontata come un diario mentale, la storia della signorina F. prende vita dai diversi e curiosi personaggi che appaiono sulla scena, come una “casa” che diviene metafora del contrasto tra le divergenti parti dell’io che vi si scontrano, alla ricerca di un contatto con l’ospite che ancora non conosciamo e che ci abita da sempre.

Il progetto di Valentina Sechi Retablo – Il mio vestito è appeso là! prende invece vita da una profonda ricerca sul vissuto, la poetica, la filosofia e il modo d’intendere l’arte, dell’artista Frida Kahlo. La performance nasce dall’esigenza di far emergere la fragilità e la vulnerabilità di questa figura femminile che, ora più che mai, si trova inconsapevolmente sotto la luce dei proiettori, riflettendo sulla tragicità della vita della pittrice attraverso immagini, suoni e movimenti evocativi.

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.