Hess
Kanterstrasse

28 GENNAIO 2022

INCONTRO h 20.00
SPETTACOLO h 21.30

Uno spettacolo in cui viene riprodotta la cella carceraria di Spandau, a Berlino, dove è rinchiuso alla fine degli anni ’80, in totale isolamento da oltre 20 anni, Rudolf Hess, sodale e ombra di Hitler, fin dagli esordi e figura emblematica del nazismo.
Rudolf Hess, che condivise con Hitler la prigione, la stesura del Mein Kampf e la carriera fino a divenirne vice e successore designato, fu condannato alla fine della II Guerra Mondiale all’ergastolo e rinchiuso nel carcere di Spandau, di cui è stato ultimo “occupante”.
Rudolf Hess ha condotto lì un’esistenza sinistra e signorile, tra leggende di presenze spettrali, pranzi raffinati, biblioteche nel parco allestite per lui. Trovato morto suicida il 17 agosto 1987, giorno della sua scarcerazione, all’età di 93 anni, fu cremato e i suoi resti dispersi per timore che la tomba divenisse teatro di raduni nazisti.
HESS è un testo di fantasia che non parla solo o soltanto di nazismo, ma di noi stessi, della parte nera che cova in ognuno di noi. Un testo che, partendo da un personaggio rappresentativo di quanto ci sia di più distante dalle nostre ‘verità’ odierne, ci interroga su cosa sia la ‘verità’ profonda dell’essere umano. Che non è mai riposante.

di ALINA NELEGA
titolo originale Decalogul dupa Hess (“I Dieci Comandamenti secondo Hess”)
traduzione HORIA CORNELIU CICORTAS
con TAZIO TORRINI
drammaturgia SIMONE MARTINI e TAZIO TORRINI
regia SIMONE MARTINI e TAZIO TORRINI

Hess_Casateatro
No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.