Casateatro

Un progetto a cura di
Un progetto a cura di
Bella bestia – Casateatro
3268
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-3268,bridge-core-2.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_menu_slide_from_right,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-19.2.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Teatro Cantiere Florida
Tessera 2019—2020

Giovedì 19 marzo 2020
materia prima

OFFICINE DELLA CULTURA
LUISA BOSI | FRANCESCA SARTEANESI
BELLA BESTIA

produzione Officine della Cultura
di e con Francesca Sarteanesi e Luisa Bosi
con il contributo di Regione Toscana
con il sostegno di Armunia Festival Inequilibrio, Centro di Residenza della Toscana Armunia/Capotrave Kilowatt

La Bella Bestia un giorno arriva e si piazza lì. Attraversa le città, ferma il tempo e inverte i giorni. Decide lei quali saranno le feste comandate. Decide lei. Ti prende per mano e ti accompagna passo passo laggiù in quel posticino che avevi sentito dire, ma che non avevi mai visto. Prende le parole, gli cambia significato. Si nasconde, ricompare e non ti dà pace. La Bella Bestia disabitua. È un grande incendio la Bella Bestia. È una fiamma che certe volte stai solo a guardare, certe altre ce l’hai addosso e non cerchi neanche l’acqua per spegnerla, perché quel calore improvviso ti piace. È il bordo, è il ciglio, è quel punto dove ti conviene restare per non dover decidere se tornare indietro o andare avanti. La Bella Bestia ti fa scordare che se piove ti devi riparare.

Ti ci affezioni, cerchi di addomesticarla ma un giorno gira la testa all’improvviso e ti porta via una mano. E tu la carezzi con l’altra.

No Comments

Post A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.